Maggiore precisione e rapidità nei controlli dimensionali di flaconi e tappi presso L'Oréal

L'Oréal, sito di produzione di Rambouillet, Francia

La macchina multisensore OPTIV M 3.2.2, dotata di modalità pallet, non solo consente di effettuare misure dimensionali precise e automatiche dei tappi e dei flaconi L'Oréal, ma permette anche di sviluppare una vera e propria specializzazione in materia di packaging relativamente a nuovi criteri di analisi come la deformazione e la verticalità delle bottiglie. 

Fondato in Francia nel 1909, il gruppo L'Oréal è leader a livello mondiale nel settore della cosmesi. Dedicato al business della bellezza, il gruppo impiega 88.000 dipendenti in tutto il mondo. L'Oréal si affida alle sue eccellenze nel settore della ricerca e dell'innovazione e ai suoi 4.100 ricercatori per soddisfare tutte le tendenze in fatto di cosmesi a livello mondiale. L'Oréal ha assunto impegni ambiziosi in materia di sviluppo sostenibile entro il 2030, coinvolgendo per intero il suo ecosistema a favore di una società più inclusiva e sostenibile.

LOreal-06Con oltre 10.000 dipendenti in 44 siti di produzione che seguono 36 marchi di livello internazionale, L'Oréal France rappresenta più di un quarto della produzione globale del Gruppo. Le 240 persone del sito di produzione di Rambouillet, nei pressi di Parigi, sono responsabili della fabbricazione di quasi 300 milioni di prodotti all'anno per la cura dei capelli e della pelle come shampoo, balsamo e prodotti per la doccia, compresi quelli per i marchi Elsève e DOP.  

I team di marketing e sviluppo di L'Oréal realizzano ogni nuovo prodotto con una forma, un colore e/o un materiale diversi a seconda delle categorie di prodotto o dei mercati di destinazione. I flaconi in resina riciclata, ad esempio, sono una delle ultime innovazioni eco-friendly del marchio L'Oréal Paris. Ogni nuova creazione richiede un adattamento dei processi di produzione. Sono quindi necessari test specifici per garantire che qualsiasi nuovo packaging possa essere adattato alle linee di confezionamento. Sono anche indispensabili per garantire che la produzione avvenga nelle opportune condizioni, con i migliori rendimenti e quindi senza problemi in termini di produttività a medio termine. Eric Debreuille, ingegnere chimico qualificato e dipendente di L'Oréal da più di 35 anni, è oggi Packaging Manager di questo sito e responsabile di questo processo. Lavora a stretto contatto con le divisioni centralizzate di packaging/sviluppo del Gruppo e con i team tecnici di packaging dello stabilimento.

LOreal-03"Il mio ruolo consiste, tra l'altro, nel garantire che le scelte di design e le attrezzature per il packaging siano adeguate. A tal fine, in base alla definizione del prodotto, viene eseguita un'analisi dei rischi strutturata per valutare l'impatto dell'evoluzione del packaging sugli impianti di produzione. Dobbiamo quindi garantire l'organizzazione, il monitoraggio e il controllo dei test, sintetizzando i risultati che permetteranno di confermare o rifiutare la scelta tecnica", spiega Debreuille.

In altre parole, due sistemi di qualità coesistono in L'Oréal: qualità del design (packaging) e qualità della conformità (produzione). Debreuille si destreggia tra le due. A livello di design, contribuisce alla definizione del prodotto e alla fattibilità industriale (test) che sviluppa e realizza con i team tecnici e della divisione centralizzata di Packaging, approvando di volta in volta il nuovo articolo. 

Presso la divisione che si occupa del controllo della qualità del sito, i tecnici di laboratorio controllano la conformità degli articoli prodotti dai fornitori di L'Oréal, in particolare in occasione della produzione di un nuovo formato o del cambio di materiali. Le specifiche per il nuovo packaging riportano le misure dimensionali richieste.
La OPTIV M offre precisione, affidabilità e rapidità per le misure dei nostri flaconi e tappi."Eravamo soliti effettuare misure dimensionali servendoci di strumenti manuali, inclusi i calibri elettronici. Ma alcune misure erano molto complesse da effettuare, soprattutto quelle all'interno di un tappo e persino su un flacone", ricorda Debreuille.

Una richiesta di analisi da parte di SEMATEC, società del gruppo Hexagon che si occupa di progetti relativi ad attrezzature industriali, ha evidenziato la necessità di una macchina di misura tridimensionale per consentire lo sviluppo di una vera e propria specializzazione in materia di packaging, in particolare sui flaconi. Ecco come la macchina multisensore OPTIV è stata presentata presso L'Oréal. "Il nostro team decisionale, composto dal responsabile della qualità, dal responsabile del laboratorio e da me, ha ritenuto che il nuovo strumento dovesse non solo permettere un'analisi dimensionale più affidabile, rapida e automatica, ma anche fornire un'interpretazione precisa delle deformazioni in verticale e delle superfici rilevate sui nostri flaconi. L'obiettivo era quello di mettere in correlazione queste misure con i nostri problemi di qualità sulle linee di packaging". 

LOreal-02 In combinazione con una serie di sensori per misure molto rapide, accurate e versatili, la OPTIV M 3.2.2 ha rappresentato la soluzione ideale per tutte le verifiche e le analisi richieste da L'Oréal. "Siamo stati subito in grado di ridurre di un quinto il tempo di verifica dei flaconi, ottenendo allo stesso tempo misure più affidabili grazie alla combinazione della tecnica ottica e dei sensori della macchina, che è perfettamente adatta alla misura di certe dimensioni. E il tempo necessario per misurare i tappi è stato ridotto di dieci volte grazie alla pallettizzazione del sistema adattato alle nostre esigenze", aggiunge soddisfatto Debreuille. "Opus, partner di Hexagon, è stata in grado di progettare attrezzature di fissaggio sofisticate e di alta qualità adattate ai vari articoli da verificare, ottimizzando così le misure effettuate con la nostra macchina tridimensionale. Questa attrezzatura permette, tra l'altro, di aumentare il volume della OPTIV M 3.2.2 e quindi di misurare tutti i formati delle fiale, indipendentemente dalle loro dimensioni". 

L'Oréal utilizza il software PC-DMIS CAD++ abbinato all'interfaccia operatore Inspect con opzione pallet e al software di analisi HERO, tutti di Hexagon. "Sono già riuscito a sviluppare una ventina di programmi PC-DMIS e ad addestrare tre tecnici di laboratorio all'analisi tramite la macchina. Scopro ogni giorno nuove funzioni e sono certo che nei prossimi mesi il nostro livello di specializzazione in materia di packaging crescerà ulteriormente", conclude Debreuille.

Caso applicativo: L’Oréal, sito di produzione di Rambouillet, Francia

Related Case Studies

See how companies like yours are working with Hexagon Manufacturing Intelligence

Caso applicativo: L’Oréal, sito di produzione di Rambouillet, Francia