La Fette misura componenti delle pastigliatrici

Fette - Germania

Campagna a perdita d’occhio, turbine eoliche gigantesche, case in mattoni rosso vivo: è questo che evoca l’estremo nord della Germania. Per gli esperti del settore, però, la regione è associata anche alla fabbricazione delle presse pastigliatrici. La Fette, con sede a Schwarzenbek nello Schleswig-Holstein, ha anni di esperienza ed è maestra in questo campo. Le pastigliatrici Fette sono usate in tutto il mondo nell’industria farmaceutica e altre industrie collegate. L’azienda misura componenti delle pastigliatrici, come i tamburi, ad esempio – su di una Leitz PMM-F. Il risultato è una maggiore produttività.

La tecnologia della fabbricazione delle pastiglie ruota attorno alla compressione di un granulato, analogamente a quanto avviene per catalizzatori o nuclei toroidali di batterie. I componenti delle macchine pastigliatrici devono essere fabbricati con precisioni elevate, in modo che lo stampaggio delle pastiglie sia più preciso possibile. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo il numero di pastiglie difettose e di usare la dose esatta di una polvere, spesso costosa. Una macchina prodotta in modo più preciso sarà anche una macchina meno soggetta a tempi morti.

Dall’inizio: flessibilità e precisione sono importantissime

La Leitz PMM colpisce soprattutto per l’alta precisione quando è associata al pacchetto software QUINDOS. É stata parte della strumentazione del team di metrologi dal 1988 al 2003. Per l’aumento delle quantità prodotte, il processo precedente doveva essere migliorato con l’ausilio di una soluzione di misura universale che avrebbe soddisfatto le esigenze di economicità come pure quelle tecniche. L’obiettivo principale era che la macchina venisse progettata in modo da essere usata tutto il giorno per eseguire misure speciali, processi di misura programmati e verifiche finali. Durante il secondo e terzo turno, la macchina doveva essere in grado di eseguire misure seriali in modo automatico senza l’intervento di un operatore. La nuova CMM doveva anche poter ospitare componenti fino ad una dimensione massima di 1800 x 1800 x 500 mm.

Tutto è sotto controllo con QUINDOS: PMM-F, alimentatore automatico e sistema a navetta

Il modello Leitz PMM-F 30.20.10 ha dimostrato di essere la soluzione che poteva soddisfare tutte le esigenze dell’azienda. “La PMM-F risponde esattamente alle nostre esigenze: offre un’alta velocità di scansione, precisione, alta produttività, ed è estremamente versatile. Inoltre è dotata di un sistema antivibrante attivo che compensa gli effetti dinamici dell’ambiente di lavoro sul componente misurato”, dice Magnus Schumacher, Direttore Assicurazione Qualità Ingegneria Meccanica alla Fette.

Spiega inoltre: “Assieme a Hexagon Metrology abbiamo progettato la PMM-F per la misura automatica per aumentare la produttività. Abbiamo ottenuto questo combinando la macchina con un sistema automatico d’alimentazione a pallet. Il problema era come progettare un sistema che fosse pratico per l’utente. Come ammiratore incondizionato di QUINDOS, per me era importante che i nostri dipendenti dovessero imparare un solo sistema e nessun altra unità di controllo e manipolazione. Pertanto abbiamo deciso di usare QUINDOS come sistema principale. QUINDOS gestisce tutti i componenti: la CMM e il sistema automatico d’alimentazione a pallet.
Il personale utilizza la Leitz PMM-F per misurare i componenti prismatici delle pastigliatrici – come i rotori che devono guidare con precisione i punzoni superiori e inferiori, come pure le camme e gli alberini. Durante il giorno, i componenti vengono portati nella sala metrologica. I metrologi preparano la lista di operazioni di misura e caricano i componenti sui pallet, che vengono poi trasportati dal sistema navetta. Questo moderno paternoster ha spazio per un numero fino a 20 pallet. Premendo un tasto, la sera il sistema porta i pezzi alla CMM in modo interamente automatico e la macchina misura tutta la notte. Viene misurata la temperatura dei pezzi: questo garantisce che i risultati siano affidabili. Il sistema misura automaticamente la temperatura del primo pezzo e di un pezzo ulteriore su ogni pallet preparato. Completato il processo di misura, i componenti vengono riportati al sistema a navetta, e viene preparato il protocollo dei risultati per il giorno successivo.

La ricetta del successo della PMM-F: parametrizzazione e climatizzazione

Con il rapido aumento nel numero di operazioni di misura, il team della metrologia doveva garantire una programmazione che riducesse il più possibile il trattamento necessario. “Noi programmiamo il materiale in modo da permetterci di usare dei parametri nelle nostre misure. Molti dei concorrenti di Hexagon Metrology trovarono difficile offrire dei programmi come noi li avevamo immaginati. Alcuni non furono in grado di ottenere la precisione di misura richiesta per i volumi previsti. Stiamo parlando ad esempio di tamburi con diametri di un metro e provvisti di 110 fori. Nessuno di questi fori può scostarsi di oltre 12 micron dalla sua posizione teorica. Questo è uno dei motivi per i quali l’intero sistema viene installato in una sala climatizzata. Tutto questo è molto importante per noi per diversi motivi. Possiamo essere 10 volte più precisi e ottenere risultati di misura assolutamente affidabili, la macchina viene trattata in modo migliore e richiede così una manutenzione quasi nulla, mentre i componenti rimangono puliti” dice Anja Lattki che gestisce la sala di misura dove è installata la PMM-F.

I componenti di grandi dimensioni delle pastigliatrici vengono quindi lavorati nell’oscurità durante la notte, quasi come per magia, mentre la PMM-F esegue misure speciali in condizioni di luce diurna. La combinazione perfetta per la massima produttività, grazie alla soluzione flessibile di Hexagon Metrology.

HxGN LIVE

La conferenza internazionale annuale Hexagon, HxGN LIVE, offre presentazioni stimolanti, illimitate possibilità di contatto e tecnologie imperdibili.